Agri-Europea srl

Azienda Farmagricola

Agri-Europea srl
Torna Indietro

ALCANCE SYNC TEC

ALCANCE SYNC TEC
Marca
Dupont
Condizione Fisica
Sospensione di Capsule
Necessario PATENTINO
Formato
5 Lt

Alcance SyncTec, a base di Clomazone e Pendimetalin per il diserbo della soia Alcance SyncTec è l’ultimo arrivato in casa DuPont per il diserbo in pre-emergenza di molte colture. Alcance SyncTec si avvale di una moderna ed esclusiva tecnologia di microincapsulamento dei principi attivi contenuti nel prodotto, questa caratteristica permette di utilizzare Alcance SyncTec ottenendo un rilascio graduale ed uniforme delle molecole erbicide favorendo un corretto e prolungato controllo delle infestanti in fase di germinazione. Il diserbo di pre-emergenza è una tecnica che consente alla coltura di svilupparsi correttamente limitando la competizione delle erbe infestanti. Inoltre i principi attivi di Alcance SyncTec consentono di mettere in atto una corretta e valida strategia antiresistenza utilizzando meccanismi d’azione diversi da quelli abitualmente usati in post-emergenza. Alcance SyncTec può essere utilizzato su diverse colture. La riduzione della competizione delle infestanti, solitamente più veloci e competitive delle piante coltivate, consente alla coltura di crescere in una fase molto delicata del suo ciclo vitale. Le prime fasi di sviluppo sono molto delicate per tutte le colture, proprio per questo motivo è molto importante assicurare alla coltura un corretto e regolare sviluppo.
 



Chi impiega il prodotto è responsabile degli eventuali danni derivanti da uso improprio del preparato. Da impiegarsi esclusivamente per gli usi e alle condizioni riportate sull’etichetta del prodotto.
  • Clomazone puro
    g. 3.87 (43 g/L)
  • Pendimentalin puro
    g. 26.9 (298 g/L)
  • Coformulanti q.b.
    a g. 100

Alcance® SyncTec è un erbicida residuale utilizzato per applicazioni di pre-emergenza. Il prodotto svolge la sua azione inibendo la germinazione dei semi e lo sviluppo dei germinelli delle più importanti infestanti annuali graminacee e dicotiledoni. Nei trattamenti di postemergenza è necessario intervenire entro i primi stadi di sviluppo delle infestanti (massimo due foglie vere).

Avvertenza: in caso di miscela con altri formulati deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono essere inoltre osservate le norme precauzionali prescritte per i prodotti più tossici. Qualora si verificassero casi di intossicazione, informare il medico della miscelazione compiuta.

In assenza di precipitazioni naturali, è necessario attuare una irrigazione (non superiore a 10 mm d’acqua) entro 3/5 giorni al fine di favorire la migliore attività erbicida del prodotto. Trattare su terreno finemente preparato e con un buon grado di umidità.

Patata: Intervenire dopo la rincalzatura, su coltura completamente ricoperta, alla dose di 2,5 l/ha. Ridurre la dose a 2 l/ha in caso di suoli leggeri e privi di sostanza organica e sulle varietà precoci Agata e Seglinde.

Carota: Intervenire in pre-emergenza della coltura alla dose di 2,5 l/ha. Deve essere rispettata la profondità di semina di almeno 2 cm. Nelle applicazioni su coltura pacciamata con plastica o tessuto non tessuto ridurre la dose a 2,0 l/ha nei terreni più strutturati e a 1,6 l/ha su terreni leggeri .

Fagiolino: Impiegare il prodotto in pre-emergenza della coltura alla dose di 1,8 – 2,4 l/ha. Non impiegare sulle cultivar Beaumont e R 2432 Giamaica e selezioni derivate in quanto in talune condizioni di impiego il prodotto può provocare effetti fitotossici transitori. In considerazione dell’elevato numero di varietà presenti nel mercato e del continuo rinnovo varietale si suggerisce di effettuare una prova di selettività su piccola parcella prima di effettuare l’applicazione su larga scala.

Fagiolo, Pisello, Pisello proteico, Favino: Intervenire in preemergenza alla dose di 2,5 l/ha. Ridurre la dose a 1,6 l/ha in presenza di terreni leggeri o poveri di sostanza organica.

Soia: utilizzare il prodotto, in pre-emergenza della coltura alla dose di 2,5 l/ha, aumentare la dose 3 l/ha nei terreni pesanti.

Mais: intervenire in pre-emergenza della coltura e delle infestanti alla dose di 2 - 2,5 l/ha. Si consiglia di miscelare Alcance® SyncTec con prodotti che ne completino lo spettro di azione. Attenzione: non impiegare sui terreni sabbiosi e ciottolosi in quanto il prodotto può manifestare fenomeni fitotossici.

Riso Semina in asciutta: 2,8 - 3,5 l/ha in pre-emergenza della coltura e delle infestanti; utilizzare il prodotto preferibilmente nelle semine precoci di fine marzo-aprile. Nelle semine tardive di maggio è indispensabile far seguire al trattamento erbicida una irrigazione di soccorso oppure immettere una minima quantità di acqua al fine di inumidire in modo uniforme i primi centimetri di terreno.

- Non seminare o trapiantare nuove colture se non prima di 6 mesi dopo l’applicazione, con eccezione della barbabietola da zucchero per la quale si consiglia di far trascorrere almeno 10 mesi. - Quale eccezione a questa indicazione, dopo una lavorazione superficiale è possibile trapiantare il tabacco. Dopo una lavorazione più profonda (20-25 cm) è possibile seminare pisello e pisello proteico. - Non effettuare un secondo trattamento con il prodotto.

non impiegare Alcance® SyncTec su colture orticole in serra o tunnel. Attendere almeno 12 mesi dopo l’applicazione del prodotto prima di avviare sullo stesso terreno nuove coltivazioni sotto serra o sotto tunnel. Si raccomanda di areare bene il terreno eseguendo una lavorazione fine alla profondità minima di 25 cm con passaggi incrociati prima della esecuzione della semina o del trapianto delle colture, in particolare per i terreni compatti.

Richiedi informazioni su ALCANCE SYNC TEC
Hai dei dubbi su questo articolo? Siamo a tua disposizione puoi contattarci attraverso il modulo di contatti rapido sottostante.

Accetto
Ai sensi dell’art. 13 d. lgs. 196/2003 inviando il presente modulo, dichiaro di aver letto e compreso l'informativa ed esprimo il consenso previsto dall'articolo 23 del Codice al trattamento dei miei dati personali per i rapporti commerciali intercorrenti.